Concerto Organo e Viola

 

J. S. Bach Sonata per viola da gamba in Sol minore BWV 1029
M. Bruch Kol Nidrei
E. Bloch Rapsodia ebraica
F. Schubert Sonata per Arpeggione in la minore D 821

 

Paolo Gazzola è nato a Piacenza nel 1992. Ha frequentato, a partire dal 2003, il corso di Organo e composizione organistica con Mariano Suzzani e successivamente con Manuel Tomadin presso il Conservatorio “G. Nicolini” di Piacenza.

Ha conseguito, con il massimo dei voti, il Diploma Accademico di primo livello in Organo, sotto la guida di Enrico Viccardi, e il Diploma accademico di secondo livello in Clavicembalo con Giovanni Togni presso il Conservatorio di Como. Presso lo stesso Conservatorio sta approfondendo la direzione di coro frequentando i corsi per conseguire il Diploma accademico in direzione e concertazione di coro. Ha conseguito il Master of arts in music performance in Organo presso il Conservatorio della Svizzera italiana con Stefano Molardi.

Ha partecipato a numerosi corsi di interpretazione organistica e Master Class, sia in Italia sia all’estero, tenuti dai maestri E. Viccardi, G. Parodi, L. Ghielmi, L. Lohmann, M. Torrent, G. Togni, M. Radulescu, K. Marshall, A. Liebig, J-C. Zehnder, C. Stembridge e S. Molardi. Ha frequentato i corsi di perfezionamento e seminari promossi dalla FIMA nell’ambito della manifestazione “Urbino musica Antica”.

Ha suonato nella “Rassegna internazionale sull’organo Riccardi” (Casalpusterlengo), nella “Rassegna sullo storico organo Antonio Sangalli” (Ponte dell’olio), all’interno di “Percorsi d’Organo in Provincia di Como”, “Musica intorno al monte” (Compiano), nella Rassegna Organistica Valsassinese, nell’Autunno organistico nel lodigiano, nella Rassegna organistica Valmaggese (CH) e nella Trinitatiskirche ad Ohrdruf.

Compare, con una sua esecuzione, nel disco “Valsassina Organ Live” che include brani registrati durante i concerti sugli organi della Valsassina. Ha collaborato come continuista nella registrazione live del disco “Echi di cielo in terre Lombarde” per Halidon che include brani inediti di F. Spagnoli Rusca.

E’ docente di organo nella Scuola diocesana di Musica e Sacra Liturgia “L. Picchi” in Como. Attualmente è organista della Missione Cattolica in lingua italiana di Winterthur (CH).

 

Pietro Molteni

Iniziato molto giovane lo studio del violino all’ Accademia Europea di Musica di Erba, con Stefan Coles, e al Conservatorio “G. Verdi” di Como, studia viola al conservatorio “G. Verdi” di Milano e con Iakov Zats.

Ha fatto parte di numerosi gruppi cameristici e orchestrali tra cui il Quartetto di Como, l’ Orchestra Filarmonica Italiana, Orchestra Cantelli, Orchestra del Collegium Musicum di Pommersfelden, Orchestra Arcadia, ed ha avuto modo di esibirsi, tra gli altri, al Teatro Antico di Taormina, Prinzregententheater (Monaco), Sala Verdi (Milano),Teatro Dal Verme (Milano), Università gregoriana (Roma), Sala Nervi (Città del Vaticano), Teatro Sociale di Como, Chapelle de Rédemptoristes (Parigi).

Da sempre interessato alla musica da camera ha fondato il Quartetto di Como e collaborato con diversi Ensemble con i quali ha partecipato a numerose stagioni concertistiche in Italia, Svizzera, Francia e Germania. Si esibisce regolarmente in duo con il pianista Federico Ceriani. Nel 2012 è stato selezionato insieme al Quartetto di Como per frequentare il prestigioso “Collegium musicum di Pommersfelden” in Baviera e successivamente ha partecipato al progetto “Recontre avec l’Italie” per la divulgazione della musica da camera italiana in diverse città francesi.

Collabora con l’orchestra dell’Arena di Verona e del teatro Bellini di Catania. Nel 2016 esegue il concerto di Stamitz con la West Bohemian Symphony Orchestra. Svolge percorsi di perfezionamento e Masterclass in Italia, Repubblica Ceca, Germania, Francia e Croazia tenute da personalità importanti nell’ambito del suo strumento tra cui Iakov Zats, Bruno Giuranna, Jurgen Weber.

 

Project details